Lolita di Nabokov (1955) , Lolita di Kubrick (1962) , Lolita di Lyne (1997)

I piú appassionati di cinema si schierano apertamente con sua altezza Kubrick, disprezzando l’operazione di Lyne. Trovano la rilettura del 1962 chi piú personale, chi più fedele al libro (questa poi peró me la spiegate).
Quelli che si aspettavano tante scene di eros e una regia piú didascalica si sono trovati in linea con Lyne, e hanno reputato decisamente noioso e freddo Kubrick.
Su un punto coincidono tutti: Kubrick non si é sentito libero di esprimersi, avrebbe voluto dedicare piú spazio all’erotismo, la censura non ha certo aiutato.